Comune di Masainas

Provincia del Sud Sardegna
  • Seguici su:

Avviso pubblico - Ordinanza n. 16 del 1.06.2021 - "Sfalcio delle erbacce, sterpaglie e rovi nei terreni privati, dentro e fuori l'abitato"

Misure di salvaguardia dell'Igiene e della Sicurezza Pubblica per la prevenzione dagli incendi a tutela della salute pubblica

AVVISO PUBBLICO

 

  • a tutti i proprietari, affittuari e detentori a qualsiasi titolo di terreni, cortili, lotti, giardini e simili sia nell'abitato sia in periferia, siano essi persone fisiche o giuridiche, di procedere con decorrenza immediata, a una radicale pulizia dalle stoppie, erbacce, sterpaglie, rovi, materiale secco di qualsiasi natura e altri rifiuti infiammabili, e al loro smistamento per il successivo conferimento in discarica nel rispetto della normativa sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e assimilati;
  • i medesimi soggetti, durante l’intero arco dell’anno solare, dovranno procedere nuovamente allo stesso modo qualora, con il decorso del tempo, si verificasse un'ulteriore crescita di erbacce, sterpaglie e simili;
  • tutti i destinatari sopra indicati dovranno provvedere con decorrenza immediata a una radicale potatura di siepi, rampicanti, rami d'albero e simili che fuoriescono sulle pubbliche vie, marciapiedi, piazze, giardini,ecc., oltre al ritiro di eventuali cascami e pulizia dell'area pubblica interessata;
  • a tutti i cittadini di evitare il deposito di avanzi di cibo che possano fungere da richiamo e sostentamento per gli animali randagi;
  • ai proprietari di cani di custodire i loro animali presso le loro abitazioni evitando di lasciarli vagare liberi nel centro abitato e nelle campagne circostanti, di sottoporli ai controlli sanitari, di provvedere alla loro cura e disinfestazione ogni qualvolta sia necessario avvalendosi della consulenza del Servizio Veterinario e provvedendo a garantire uno spazio adeguato nel proprio cortile;
  • Ai proprietari e conduttori delle greggi il divieto di pascolo per un raggio di almeno 100 m dal perimetro urbano.

 

In caso di inosservanza della presente Ordinanza, salvo che le violazioni non costituiscano più grave reato, ai trasgressori sarà applicata la sanzione amministrativa dell’importo variabile da € 25,00 a € 500,00 così come stabilito dall'articolo 7 bis, comma 1 bis, del Decreto Legislativo 267 del 2000.

Allegati (1)