[Comune di Masainas logo]

  • Paesaggio
  • Gabbiano
  • Paesaggio
  • Paesaggio
  • Paesaggio

  • Via Municipio, 25, 09010, Masainas (CI)

  • protocollo.masainas@pec.comunas.it

  • 0781 96 111

Approvato il Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile

Dopo l'adesione al Patto dei Sindaci insieme ai Comuni di Giba Piscinas, Tratalias, Santadi, Villaperuccio, S. Giovanni Suergiu, Perdaxius e Sant’Anna Arresi;  la successiva redazione del "Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile" del Basso Sulcis , il 10 dicembre 2013 la Commissione Europea ha approvato il PAES.                                                                                                                                            

               Cari Concittadini, come sapete, la lotta al cambiamento climatico e diventata una delle massime priorità dell’Unione Europea, che si e impegnata a ridurre le sue emissioni entro il 2020 del 20% rispetto al 1990.

Per raggiungere tale obiettivo sarà fondamentale  l’intervento dalle comunità locali che daranno il loro contributo.

                Il Patto dei Sindaci è il principale movimento europeo rivolto alle amministrazioni locali che, aderendo su base volontaria, si impegnano ad aumentare l'efficienza energetica e l'uso di energie rinnovabili sul loro territorio, con lo scopo di contrastare i cambiamenti climatici provocati dalle emissioni di “gas serra “.

                Dopo aver ratificato il protocollo di Kyoto nel maggio 2002,  la Commissione europea, nel dicembre 2008, ha deciso per la prima volta di coinvolgere direttamente gli organi politici decisionali locali nel raggiungimento di tali obiettivi mediante misure di efficienza energetica e investimenti in energie rinnovabili.

Sottoscrivendo il Patto, le amministrazioni locali si impegnano al raggiungimento dell'obiettivo "20-20-20" che l'Unione Europea si è prefissata di raggiungere entro il 2020, ovvero:

- ridurre le emissioni di gas serra dell'UE di almeno il 20% rispetto al 1990;

- ottenere che il 20% del consumo di energia dell'UE provenga da fonti rinnovabili; 

- ridurre del 20% i consumi energetici europei attraverso il miglioramento dell'efficienza energetica.

Il 31 marzo 2011 la Regione Autonoma della Sardegna aderisce al Patto dei Sindaci, proponendosi anche come struttura di sostegno per gli enti locali minori. Il 24 giugno 2011 la R.A.S. pubblica il bando “Smart City-comuni in classe A”, per raccogliere le manifestazione di interesse da parte dei comuni sardi, tra i quali selezionare delle “Comunità pioniere” che beneficeranno di un percorso di affiancamento per redigere il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES). La redazione del PAES è il primo passo che gli enti che aderiscono al Patto dei Sindaci devono fare, entro un anno dall’adesione.

 

Il Comune di Masainas si è subito attivato per partecipare al bando, e lo ha fatto  in aggregazione con i Comuni di Giba, Piscinas, Tratalias, Santadi, Villaperuccio, S. Giovanni Suergiu, Perdaxius e Sant’Anna Arresi, stipulando con questi un apposito Accordo di programma.

 

Il 17 aprile 2012 la RAS approva la graduatoria delle 20 “Comunità pioniere” selezionate, la Comunità del “Basso Sulcis” è tra quelle selezionate e quindi verrà affiancata dalla RAS  per la predisposizione del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile.

Con delibera del Consiglio Comunale n.5 del 2 maggio 2012 il Comune di Masainas aderisce al “Patto dei Sindaci”.

Il 9 maggio 2012 viene firmato il protocolllo d’intesa tra Regione e Comunità pioniera per l’attività di affiancamento per la redazione del PAES. Da questo momento inizia l’iter per la stesura del PAES, che ha impegnato tutti gli uffici comunali, per l’acquisizione dei dati necessari, e i tutor della RAS, per la preparazione dell’inventario di base delle emissioni (IBE). L’inventario delle emissioni è lo strumento indispensabile per la preparazione del PAES perché fotografa le situazione di partenza delle emissioni nel territorio, e consente quindi di analizzare nel dettaglio la tipologia e la localizzazione delle fonti di emissioni di gas serra e predisporre quindi un PAES il più rispondente possibile alle esigenze del territorio.

Dopo mesi di incontri e elaborazioni del gruppo di lavoro viene finalmente redatto il PAES ed Il 18 dicembre 2012 viene approvato dal nostro Consiglio Comunale. Negli stessi giorni viene approvato dagli altri Comuni dell’aggregazione e viene quindi inoltrato alla Commissione Europea per l’approvazione.

 

Il 10  dicembre 2013 l’Ufficio tecnico del Patto dei Sindaci, presso il Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea (JRC), ha completato l'analisi della metodologia utilizzata ed ha comunicato l’approvazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile del Basso Sulcis.

Ci aspetta ora la parte più difficile, mettere in atto le azioni previste dal PAES, e raggiungere l’obiettivo prefissato di ridurre del 90% le emissioni di CO2 entro il 2020, rispetto al 2006 che è l’anno base di riferimento. Naturalmente per raggiungere questo ambizioso obiettivo occorre il contributo di tutti i cittadini di Masainas e della Comunità del Basso Sulcis.

 

                                                                                                                           L’assessore all’ambiente

                                                                                                                                 (Andrea Ibba)

Allegati (2)



Esporta: Icona file di testo Icona PDF Icona JSON

Condividi: